Passamonti Neoplasie ematologiche
Arcaini Ematologia
Bringhen - Mieloma
Passamonti Linfoma mantellare

Impatto della dose cumulativa di Brentuximab vedotin sugli esiti della terapia di prima linea per il linfoma di Hodgkin in stadio avanzato


Nello studio registrativo ECHELON-1, Brentuximab vedotin ( BV; Adcetris ), Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina ( regime A + AVD ) hanno dimostrato un’efficacia superiore rispetto a Bleomicina + AVD per il trattamento del linfoma di Hodgkin classico in stadio avanzato ( cHL ).

Tuttavia, sono disponibili dati minimi riguardanti la frequenza delle riduzioni della dose o dell’omissione di Brentuximab vedotin durante la terapia curativa e il potenziale impatto sugli esiti dei pazienti.

In un'analisi del mondo reale, sono state esaminate retrospettivamente le caratteristiche e i risultati di 179 pazienti con linfoma di Hodgkin classico di stadio III o IV trattati con il regime A + AVD di prima linea nel periodo 2010-2022.

Il trattamento consisteva in un massimo di 1.2 mg/kg di Brentuximab vedotin e una dose standard AVD endovena nei giorni 1 e 15 di ciascun ciclo di 28 giorni per un massimo di 6 cicli.

Al momento del trattamento, l’età media dei pazienti era di 37 anni e nel 46% dei pazienti è stato osservato un punteggio IPS ( International Prognostic Score ) ad alto rischio.
Complessivamente, il 91% dei pazienti ha ricevuto 6 cicli di AVD; il 55% dei pazienti non ha ricevuto la dose cumulativa di Brentuximab vedotin ( CDB ) prevista; il 28% dei pazienti ha ricevuto due terzi o meno della dose cumulativa di Brentuximab vedotin pianificata.

A un tempo mediano di follow-up di 27.4 mesi, la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) mediana non è stata raggiunta, e la sopravvivenza libera da progressione a 12 mesi è stata del 90.3%.

L’impatto della dose cumulativa di Brentuximab vedotin sulla sopravvivenza libera da progressione non è risultata significativa ( P=0.15 ), né una dose cumulativa di Brentuximab vedotin elevata è risultata significativamente associata a un aumento degli eventi avversi.

Nell'esperienza del mondo reale, il regime A+AVD è un trattamento altamente efficace per i pazienti affetti da linfoma di Hodgkin classico in stadio avanzato, compresi i pazienti con importanti riduzioni della dose di Brentuximab vedotin. ( Xagena2023 )

Altman JK et al, Blood Adv 2023; 7: 7494-7500

Emo2023 Onco2023 Farma2023



Indietro