Bringhen - Mieloma
Passamonti Neoplasie ematologiche
Arcaini Ematologia
Passamonti Linfoma mantellare

Pembrolizumab sequenziale e Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina sono altamente efficaci a qualsiasi livello di espressione di PD-L1 nel linfoma di Hodgkin non-trattato


In uno studio multicentrico di fase 2 su Pembrolizumab ( Keytruda ) sequenziale e AVD ( Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina ), quasi i due terzi dei pazienti con linfoma di Hodgkin classico ( cHL ) non-trattato, sfavorevole o in stadio avanzato hanno ottenuto risposte metaboliche complete ( CMR ) o quasi complete alla tomografia a emissione di positroni ( PET ), dopo la monoterapia con Pembrolizumab.

Inoltre, tutti i pazienti hanno raggiunto risposte metaboliche complete dopo 2 cicli di Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina, con il 100% dei pazienti vivi e senza recidiva alla pubblicazione iniziale.

E' stato riportato il follow-up a lungo termine, inclusa la sopravvivenza globale ( OS ) a 3 anni e le analisi correlate pianificate.

In tutto 30 pazienti hanno ricevuto 3 cicli di Pembrolizumab in monoterapia, seguiti da chemioterapia a base di Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina per 4-6 cicli a seconda dello stadio e della massa.

La scansione PET / tomografia computerizzata è stata eseguita dopo la monoterapia con Pembrolizumab, 2 cicli di Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina e alla fine della terapia.

I campioni di biopsia basale sono stati analizzati per alterazioni genomiche del cromosoma 9p24.1 e dei marcatori della via della proteina di morte cellulare programmata 1 ( PD-1 ).

A un follow-up mediano di 33.1 mesi, la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza globale sono rimaste del 100%.
Tutti i pazienti presentavano alterazioni genomiche in 9p24.1, ed erano positivi per PD-L1 all'esame immunoistochimico.

Non c'era alcuna relazione tra la profondità della risposta a Pembrolizumab come singolo agente e le alterazioni 9p24.1 o i punteggi H della via PD-1.

Dopo un ulteriore follow-up, Pembrolizumab sequenziale e Doxorubicina, Vinblastina e Dacarbazina sono rimasti altamente efficaci.

Gli alti tassi di risposta osservati a tutti i livelli di PD-L1 hanno indicato che anche bassi livelli di espressione di PD-L1 sono sufficienti per la risposta al blocco di PD-1 nel linfoma di Hodgkin classico non-trattato. ( Xagena2023 )

Allen PB et al, Blood Adv 2023; 7: 2670-2676

Emo2023 Onco2023 Farma2023



Indietro